Stage o tirocinio

Lo stage (in italiano tirocinio) è una particolare forma di inserimento nel mondo del lavoro: non si tratta di un vero e proprio contratto di lavoro, ma di un’esperienza in azienda che ha lo scopo di formare lo stagista ad un’attività lavorativa.

Possono svolgere uno stage gli studenti della scuola superiore, gli universitari, i neo laureati e, più in generale, chi vuole inserirsi in un particolare settore lavorativo e per questo necessita di una formazione.
Gli stage svolti durante il percorso di studi, che danno diritto ad accumulare crediti formativi, sono chiamati curriculari; tutti gli altri, che sono svolti da soggetti che hanno già terminato gli studi, si definiscono extra curriculari.
Lo stage può essere realizzato presso un ente pubblico, un’azienda privata o un’organizzazione no profit.

Lo stage non è un contratto di lavoro: lo stagista non ha diritto ad una vera e propria retribuzione (ma solo ad un compenso), non gode di ferie retribuite né di permessi, non percepisce indennità (malattia, maternità) e non versa i contributi, quindi lo stage non è considerato ai fini del calcolo della pensione; obbligatoriamente, dev’essere assicurato contro gli infortuni sul lavoro.
Lo stage può essere interrotto da entrambe le parti in qualsiasi momento, senza obbligo di preavviso.

La Riforma Fornero ha introdotto alcune novità per lo svolgimento dei tirocini in azienda, la più importante delle quali è senz’altro l’obbligo di corrispondere allo stagista un compenso adeguato (fino ad oggi lo stage era gratuito, anche se il datore di lavoro, a sua discrezione, poteva concedere allo stagista un rimborso ).
Le linee guida del Ministero, che rappresentano la traccia che le Regioni dovranno seguire, stabiliscono che il compenso non potrà essere inferiore a 400 euro lordi. L’entrata in vigore di queste linee guida non è ancora fissata ma dipende dalle Regioni, che dovranno disciplinare la materia.
La nuova legge ha lo scopo di tutelare gli stagisti che, in molti casi, svolgono in azienda una vera e propria prestazione lavorativa senza percepire alcuna retribuzione.

Oltre alle disposizioni sui compensi, le linee guida prevedono i limiti di durata dei tirocini: in generale, lo stage non può superare la durata di 6 mesi. Lo stage di reinserimento di disoccupati o lavoratori in cassa integrazione ha il limite di un anno; 2 anni per gli stage svolti da disabili.